mercoledì 25 maggio 2011

REPULISTI

Lo stick di ieri sera dice inappellabile che il ciclo sta per arrivare.


Il Duca è rimasto male, pensando ai sacrifici che stiamo facendo entrambi, tra alimentazione, vitamine, fumo e altre rinunce.... però non molla, mai.

Guarda già al mese prossimo.

Io verso un paio di lacrime grosse come perle, poi le asciugo, soffio il naso, e mi appoggio alla sua spalla, davanti alla tv.

I crampi non sono ancora arrivati. Ma lo faranno, quindi aspetto.

Mi viene subito in mente che i giorni 'fertili' del mese di Giugno potrei essere già a Firenze per Pitti Uomo...

E che quelli di Luglio forse sarò a Londra, per l'addio al nubilato della mia amica...

E all'improvviso ecco, una sensazione schiacciante di peso, come un'incudine mastodontica, mi toglie il fiato all'istante.

Ma perchè devo sopportare tutto questa..... FATICA ?

Sono DAVVERO costretta a ragionare in questi termini, a chiedermi se "abbiamo sbagliato a far l'amore proprio in quel giorno e in quell'altro", a dirmi che forse sarebbe meglio unire l'Inofolic alla Folina, che magari aiuta, e che dovrei fare gli stick ogni 3 ore e non solo 2 volte al giorno, per non perdere il picco e rischiare di....eblablablablaeancorabla????

Sono DAVVERO obbligata a vivere così????????

Il peso sul mio petto, il senso di insofferenza, frustrazione, ansia, tristezza, annichilimento che provo in questo momento mi dicono di no, anzi me lo urlano con forza.

E questo.... mi dà da pensare.

Voglio veramente essere così tanto triste e esserlo così spesso ???

Voglio veramente essere così tanto in balìa di questo ciclo di 30 gg, dei miei ormoni, delle mie secrezioni cervicali, del colore che la mia urina fa prendere agli stick, delle mestruazioni in arrivo???

Voglio veramente arrivare a considerare (e solo questo mi inorridisce...) "occasioni perse" i momenti di intimità con MIO-MARITO solo perchè non hanno portato ad un incontro tra ovulo e spermatozoo ???

Voglio veramente rinunciare alla sigaretta della sera in terrazza con Lui, al Martini con le amiche, al pranzo fuori con la collega, alla crema anticellulite, alla dieta-a-modo-mio in vista del bikini, solo perchè mi dò io delle priorità assurde tipo tornare a casa a far lo stick perchè tengo la pipì da più di 3 ore e sto scoppiando, perchè il fumo fa male, perchè l'alcol non aiuta la fertilità, perchè sono nel post-ovulatorio e non posso mangiare affettati o il sashimi che non si sa mai....?????

Ragazze, io confesso a voi e a me stessa che la risposta che mi dò è una sola, e senza tentennamenti.

Ed è    N O

NO.

Quello che voglio è ....ripensare alla mia vita, alle mie giornate, e rieducare la mia mente e i miei pensieri.

Quello che voglio è tornare ad essere Felice di quello che ho, perchè se lo sono stata per anni, fino a 1 anno e mezzo fa, pur senza avere quello che ancora oggi non ho, perchè non posso esserlo di nuovo?

Quello che voglio è Stare Bene.

Ed è qualcosa che devo a me stessa, con onestà, perchè ci sono persone che davvero stanno male e soffrono per problemi insormontabili o per lutti strazianti, mentre io SONO UNA RAGAZZA SCHIFOSAMENTE FORTUNATA.

Il che mi fa sentire terribilmente ingrata... e aggiunge senso di colpa ad un calderone già di per sè zeppo di sensazioni negative.

Ho bisogno di staccare da questo pensiero ossessivo, da questa routine delirante, da questa follia, o davvero mi perderò giorni, settimane, mesi, anni pieni di tanto, di tutto, senza rendermene conto.

Prima di diventare mamma, devo veramente ritrovare me stessa....

Così, non mi vado più bene.

Da oggi, un bel repulisti.

E vediamo come và...
 
 
 
 

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Ilaria, non so se ho mai commentato sul tuo blog, ma ti leggo da un po'.
Uno di questi giorni ti scrivo un'e-mail perché abbiamo davvero tante tante cose in comune.
(Ecco, ora l'ho scritto e devo mantenere questo proposito, ché è da troppo tempo che mi ripeto di farlo).
Un abbraccio e sappi che ogni parola di questo post potrei averla scritta io, tanto le sento parte dei miei pensieri.
C.

Nina ha detto...

Como te compriendo! allora visto che siamo sulla stessa lunghezza d'onda facciamo così: invece di versar lacrime ti versi quel benedetto Martini e te lo bevi con me, mentre ci fumiamo una bella sigaretta alla faccia delle rosse. In più ci facciamo compagnia perchè il ciclo è tornato anche a me ieri, perciò continuiamo a essere compagne di viaggio e vista così fa un po' meno paura, fa un po' meno rinuncia e tristengi.

Quanto al resto mi trovi di nuovo d'accordo: No No e ancora NO. Non puoi e non devi privarti di nulla nell'eventualità che, magari, forse. Il nostro momento è adesso, oggi, ora. E poi l'hai visto da te che per quante trombate puoi e riesci a farti, se non deve essere non è...ma quando è il suo momento ne basta una, fatta male e fuori dal periodo fertile, per giunta!
E allora di cosa stiamo parlando? Di casualità, di culo, non di responsabilità. Non è quello che avresti potuto fare che ti ha impedito di rimanere incinta, però sarà quello che farai che ti consentirà di vivere questo presente non come un'attesa, un recipiente da riempire, ma come uno spazio già pieno di cose che sono lì e aspettano solo te. La vita è tutto intorno, è quello che accade mentre siamo impegnate a tenere sotto controllo tutto il resto.

Io sto facendo pace con l'idea che è così che funziona per me: la vita non mi regala niente, me lo devo sudare e conquistare sempre e comunque.

Ila noi siamo guerriere, siamo cacciatrici, siamo Amazzoni, non lo scordare.
E quando lo scordi fai un salto da Ninuzza tua che ci pensa lei a ricordartelo!

Ti sbaciucchio tutta :*

Claudia ha detto...

Tesoro cosa posso dire... leggo le tue parole e ti capisco... forse pensi che ormai siamo lontane anni luce ma in realtà quel senso di vuoto che provi tu... io l'ho provato... e ho versato lacrime e ho fatto tante delle cose che stai continuando a fare tu... Capisco... capisco... e ti ripeto capisco...
Ma sono anche certa... che quello che hai scritto oggi è giusto....
NO..... decisamente NO... non puoi permettere che la tua vita sia solo questo... non puoi permettere al tuo corpo di accettare tutti questi stravolgimenti.... perchè ne sono certa.... non sarà con tutte queste privazioni che rimarrai incinta....
Devi essere prima di tutto felice... per te e per quell'uomo meraviglioso che hai accanto.... guardatavi negli occhi e fate l'amore perchè ne avete voglia... buttate gli stick... che 10 volte su 9 non azzaccano mai....
Goditi un attimo la vita e resetta questa stanchezza e tristezza forzata....
Riposati e riposa il tuo corpo e la tua mente... decidi di darti un po' di mesi di niente.... di nulla... di voi....
E solo quando starai meglio allora ricomincia la tua lotta....
Non mollare mai tesoro... ci sono tante tue amiche (compresa io) che ti sostengono e ti danno forza... che sperano e pregano per te.... perchè anche il tuo sogno... si avveri...!
Ti abbraccio forte... e ti sostengo comunque... qualsiasi sarà la tua decisione.... domani.... come dopodomani....

P.s. anche se ultimamente mi sono presa una pausa... non ti mollo sai... vengo a trovarti ogni giorno....!

La ricercatrice ha detto...

Ila, davvero, le tue sensazioni del momento sono le mie.
Per questo anche io ho deciso di mettermi in stand by e aspettare, perchè le vacanze con gli amici (in 4 in una stanza... mmm... potremo mai avere momenti tranquilli?), le trasferte per il lavoro non farebbero coincidere i miei giorni favorevoli (se esistono, a questo punto) e anche ho seri dubbi su quanto consigliato dalla gine (discorso lungo e complesso).

Quanto ti capisco... anche io sto cercando di tornare a 2 anni fa, quando i pensieri del pargolo ancora non ci avevano sfiorato se non proprio alla lontana...
non è giusta questa sofferenza, no, la vita è adesso e dobbiamo imparare a dire grazie ogni giorno per tutto quello cha abbiamo... che è davvero tanto!!!!

piccole felicità ha detto...

Hai già espresso pensieri importantissimi ed è difficile aggiungere qualcosa, soprattutto dopo i commenti delle altre. Tu sai quale strada devi intraprendere. Sai che ci saranno sempre alti e bassi, perché così è la vita, ma al tempo stesso i tuoi punti fermi - a iniziare a tuo marito - saranno sempre lì, come una finestra sempre accesa di giorno e di notte.

Noi, nel nostro piccolo, moschettiere cacciatrici, condivideremo con te il percorso e condivideremo la gioia che arriverà.

ILA ha detto...

@C. Aspetto la tua mail volentierissimo!

@NINA: Tu, io e due spritz. Quant'è vero che mi chiamo Ilaria, questa cosa s'ha da fare, e presto! ;) Organizziamo??????

@CLAUDIA: cara...ricordo i tuoi post, ricordo la tua tristezza, che è la mia di oggi... E spesso ti confido che il pensiero di te e della bellissima Cassandra è di grande conforto per me, mi ridà speranza nei momenti difficili. Grazi eper le tue belle parole...sei sempre dolce. Spero che l'apatia passi presto, e ti abbraccio

@Ricercatrice: ...io vorrei solo trovare un pò di coraggio per dire: basta, ora decido io! Che poi sia in un senso o nell'altro, è uguale...E' il 'lasciarmi vivere', l'attesa senza poter far nulla, che mi snervano...

@Simo: Si, arriverà. Per tutte... Ne sto avendo piano piano le prove ;) Evviva le MOSCHECCIATRICI! XD