lunedì 19 dicembre 2011

HO SCELTO UN POSTO PER IL MIO DOLORE



Ho scelto un posto per il mio Dolore
e il suo posto sono le mie dita.


A dirla tutta
fu lui stesso
a scegliersi il posto
anni ed anni fa.


Sulle mie dita ha trovato asilo
ed esse veloci, instancabili, certosine,
hanno iniziato
a scrivere scrivere scrivere
per ipnotizzare il Maledetto
per stordirlo
per irretirlo.


Il posto del mio dolore
è sempre stato lì,
dunque,
nella conca di un calletto
cresciuto piano piano
di lato al mio indice destro,
segno inequivocabile
di tanto ipergrafismo.


Eppure oggi
dopo anni ed anni
di parole blu
di quaderni pieni
di pagine fitte fitte
alle mie dita
scrivere non basta più.

Ed eccole chiedermi
un nuovo sortilegio
un nuovo incantesimo
per ipnotizzare il Dolore
per irretirlo
per stordirlo.

Perciò io
dono loro una nuova scrittura
dono loro una nuova fortezza
dono loro una nuova magia.
Con timore,
ma speranza,
eccomi qui:
dono loro
il Pianoforte.

3 commenti:

Clara ha detto...

Oooh... io vivo grazie alle mie dita, sono fonte di gioia e consolazione :-)

Owl ha detto...

Auguro alle tue dita di suonarlo tutto fuori, in una bellissima e straziante melodia. \E che alla fine trovi altra dimora, mentre tu continuerai a suonare felice.
Davvero con tutto il cuore.

Nora ha detto...

Mi ha aiutato tanto (ed è ancora così). Per te sarà lo stesso, lo so, e mi piace pensare che questa cosa ci unisca.

(Anche se tu sei molto più brava di me!).