venerdì 13 aprile 2012

Speranza ... e Fede

Oggi, dopo non so quanto tempo, ho PREGATO. 

In auto, mentre andavo al lavoro, avevo un peso sul cuore


e tra le lacrime ho sentito il bisogno di alzare gli occhi al Cielo


e chiedere scusa,


chiedere soccorso,


chiedere forza.


Ho pregato Chi mi conosce meglio di me stessa,


Chi legge nel mio animo da più di 31 anni,


Chi sa che persona sono, nonostante i molti errori


commessi in passato.



Lui sa quanto sia sincero, e vero, e totale


il mio desiderio di diventare Mamma.


Un semplice e puro desiderio di donna.


E Sa quanto vorrei essere una persona migliore


per poterlo meritare...



Sono io che non so quale sia


il Suo Progetto per me.



Anni fa ha sconvolto la mia esistenza,


(e non solo la mia!) allora serena,


in un modo all'inizio incomprensibile,


e causa di grandi sofferenze.


Ma col tempo ho poi compreso il Suo intento,


ed oggi posso dire con consapevolezza che non sarei mai stata


così Felice, completa, realizzata, forte del mio Matrimonio,


senza il Suo intervento.



Ma ora, ora che da 2 anni spero, piango, soffro,


e che tutto questo dolore mi ha allontanata da Lui


e dalla Fede che ho sempre avuto,


ora non riesco a comprendere,


non riesco a farmene una ragione,


non riesco a non aver paura...

Ho bisogno di riavvicinarmi a Lui,


perchè lontana da Lui


mi sento sempre così


smarrita, spaventata, disperata...



E di nulla sento più il bisogno


se non di Speranza e Fede...

4 commenti:

Michela A. ha detto...

Prego spesso Ila.. e SEMPRE aiuta... su, diamoci la mano.. non serve parlare...

kikka ha detto...

ti abbraccio forte...

sara ha detto...

condiviso il commento di Michela A. magari non siamo in gradi di capire subito il senso delle cose che ci succedono, ma lo hanno sempre...ti abbraccio fortissimo!

ilaria ha detto...

Entro in punta di piedi e ti lascio uno spunto di riflessione: non cadere nel pensiero che il tuo desiderio è qualcosa che ti "devi meritare", tu sei già una persona che merita, a prescindere, e saresti di certo una buona madre. Un abbraccio